Pensiline in policarbonato: tipologie e stili

pensiline-e-tunnel-mobile

Le pensiline in policarbonato sono delle strutture di piccole dimensioni che si possono utilizzare per creare un riparo dove sono presenti delle porte e delle finestre. Nonostante le dimensioni ridotte esse si rivelano indispensabili per tutte le abitazioni, sia per riparare l’abitazione dal sole in estate che dalle intemperie in pieno inverno. 

Insomma una sorta di accessorio per la propria abitazione che diviene a tratti indispensabile per avere un maggiore comfort a casa propria, ad iniziare dall’ingresso. In commercio sono presenti diverse tipologie di pensiline, ma quelle in policarbonato sono sicuramente quelle più apprezzate sia a livello estetico che per quello che riguarda la loro durata nel tempo. Completamente differenti dalle verande esterne, anche il loro scopo non è lo stesso.

Pensiline in policarbonato: le varie tipologie

Come accennato in apertura le pensiline in policarbonato sono le più utilizzate, innanzitutto perché sono semplici da installare e poi perché sono molto resistenti. Oltre a ciò le pensiline in policarbonato offrono la possibilità di andare a personalizzare il prodotto in base a quelle che sono le proprie esigenze di copertura. Insomma, una struttura fatta su misura, come succede per le case con vetrate su giardino

  • a raggio: le più semplici e anche le più diffuse, con una struttura in alluminio e una lastra di copertura in policarbonato. In genere risulta essere incurvata o inclinata verso l’esterno per permettere all’acqua piovana di defluire. Una pensilina che permette di non sacrificare la luminosità, pur riparando la zona sottostante. Il montaggio è semplice e la struttura può essere personalizzata; 
  • per scale, vialetti e cancelli: molto simile alla struttura precedente, sono utilizzate per proteggere pezzi di vialetto, ma anche zone di sosta nelle vicinanze dell’abitazione. Le pensiline di questo genere o sono dotate di autosostegno o vengono addossate alle pareti. 

Pensilina con supporti in ferro battuto

La pensilina con supporti in ferro battuto R443 è dotata di una struttura che fa perno su un sistema modulare in alluminio con una grande qualità dei materiali. Un elemento semplice da montare, con una grondaia frontale che si integra con il profilo della pensilina e va a convogliare l’acqua piovana. 

Pensata per le case, ma anche per i negozi e le fermate dell’autobus, il suo punto di forza è sicuramente il design e l’eleganza. La verniciatura della struttura avviene con polveri di poliestere molto resistente anche all’esposizione alle intemperie.  4 mm di spessore per la copertura in policarbonato ignifugo.

 

Pensilina con tiranti

La pensilina con tiranti R442 ha un innovativo sistema modulare in alluminio. La produzione è basata sull’utilizzo di elementi di grande qualità, semplice da montare. Nella parte frontale è presente una grondaia che convoglia l’acqua piovana e la rende la soluzione ottimale per abbellire gli spazi esterni ed offrire una zona di ombra. 

Quello che piace di questa pensilina è il design semplice e la possibilità di sfruttare completamente lo spazio sottostante, La struttura in alluminio si propone con  colori neutri e verniciatura a polvere di poliestere. Anche in questo caso è presente la copertura in policarbonato da 4mm di spessore, resistente ed ignifuga. 

Pensilina con braccetti 

Infine ecco la pensilina con braccetti R441 con struttura modulare in alluminio. Anche in questo caso è presente una grondaia frontale ben integrata nel profilo anteriore, che convoglia l’acqua negli scarichi laterali. Non cambiano le caratteristiche tecniche, come la verniciatura a polveri di poliestere e la copertura in policarbonato da 4mm di spessore ignifuga. 

Il prodotto rispecchia perfettamente i canoni di qualità dettati dall’azienda BT Group. 

Pensilina in policarbonato: ecco perché e quando installarla

Ma perché scegliere una pensilina in policarbonato? Innanzitutto perché sono di facile installazione e con poche ore di lavoro vanno ad offrire uno spazio esterno protetto, sotto cui ripararsi, oltre ad evitare che i raggi del sole siano eccessivamente invadenti sull’abitazione. 

Inoltre le pensiline sono in grado di conferire all’abitazione un tocco di classe e di eleganza, con il policarbonato che è un materiale che ben si presta al semplice utilizzo. Proprio la sua duttilità l’ha fatto diventare uno dei materiali più utilizzati in Italia. 

In effetti i perché dell’utilizzo del policarbonato sono veramente numerosi: 

  • ottima resistenza agli agenti atmosferici e ad eventuali sbalzi di temperatura; 
  • alta protezione dai raggi UV; 
  • lastre di peso ridotto; 
  • prodotto ignifugo; 
  • materiale duraturo nel tempo; 
  • bassa conducibilità a livello termico; 
  • prezzo alla portata di tutti; 
  • personalizzabile. 

Ovviamente si tratta di vantaggi che si possono sfruttare solo ed esclusivamente se ci si affida a delle aziende serie che offrano materiali di alta qualità. 

Pensilina in policarbonato alveolare o compatto: le differenze

Per concludere è possibile aprire una piccola parentesi sulla tipologia di policarbonato. Quello compatto viene utilizzato in edilizia come alternativa al vetro, in quanto permeabile alla luce e presenta una bassa conducibilità termica. Ha una resistenza meccanica a graffi e urti superiore alla media. Lo si può anche  utilizzare per metrature molto ampie in quanto vengono accostate diverse lastre di policarbonato fino a raggiungere la larghezza desiderata, diventando così modulabili. Diverso invece è il policarbonato alveolare con la sua struttura a celle, presenta una resistenza meccanica inferiore. Un materiale molto più leggero, economico e semplice da installare. Lo si utilizza sia per coperture di ampie metrature che nel caso in cui vi sia bisogno di creare una pensilina curva.