Come pulire una tenda da sole: ecco i cinque migliori consigli

 In Blog

Le tende da sole, nonostante la capacità di resistenza e la qualità del materiale, hanno necessità di essere preservate e curate in maniera ottimale in modo tale da mantenere il più a lungo possibile la loro funzionalità, colore e bellezza estetica. La pulizia della tenda da sole deve essere fatta con molta attenzione: d’inverno la tenda da sole è esposta agli agenti atmosferici mentre, nella stagione estiva è sovra esposta ai raggi solari, troppe variazioni che devono essere considerate pertanto è importante tenere presenti queste variazioni nelle operazioni di manutenzione.

Ecco come comportarsi per pulire e curare al meglio le tende da sole:

  1. Pulire le tende da sole deve essere considerata come un’attività accessoria.

La tenda da sole va pulita con estrema regolarità, rimuovendo le polveri accumulate e il fogliame depositato che si trovano sul telo o tra le parti mobili della struttura. La pulizia deve essere considerata non solo per il valore estetico, ma anche per il corretto funzionamento quotidiano. La tenda infatti è esposta anche a detriti “naturali” come resina degli alberi, ma anche allo smog che causa un deterioramento della struttura. La pulizia effettuata con cura e minuzia può previene la formazione delle muffe e quindi il deterioramento della struttura.

  1. Prestare attenzione ai prodotti utilizzati nella pulizia.

Per pulire il telo manualmente è assolutamente sconsigliabile usare prodotti acidi ed alcalini che potrebbero alterare la composizione del tessuto. Se per pulirle si decide di optare per solventi chimici o antimuffa, si potrebbero intaccare le qualità del telo e, quindi, avere un deterioramento del tessuto in tempi brevi. I prodotti chimici possono inoltre macchiare il tessuto. Per lavarle si suggerisce di usare solo saponi neutri e delicati e fare preventivamente una prova su una piccola parte del telo.

Da evitare anche l’uso del vapore: nonostante sia una pratica consueta l’uso eccessivo può danneggiare i colori e creare un assottigliamento del telo.

  1. Come pulire le tende da sole esterne.

Per avere la garanzia di pulire in maniera consona la tenda da sole dalle muffe e dalle le macchie che si creano durante la stagione invernale, un consiglio è fare prevedere una pulizia con prodotti naturali: in una bacinella d’acqua è possibile mescolare con acqua il sapone di Marsiglia e tre cucchiai abbondanti di bicarbonato: così facendo è più facile togliere le macchie di muffe delle tende da sole a fondo sgrassando la tenda senza però perdere il colore e la brillantezza.

  1. Come pulire le tende da sole senza smontare.

Prima dell’utilizzo, soprattutto nella stagione più calda, è necessario che sia controllato che il telo e la struttura siano in buone condizioni. Quando inizia la stagione estiva e, quindi, si ricomincia ad usare le tende da sole in maniera più continuativa, è meglio prevenire e controllare sempre che tutto funzioni nel modo giusto. Molto importante è il check per la movimentazione soprattutto nella tenda da sole a bracci: bisogna assicurarsi che il telo sia ben teso in modo tale che, in caso di pioggia improvvisa, non si formino delle sacche d’acqua che possono deformare il tessuto e danneggiare la struttura, che le parti meccaniche siano ben lubrificate.

  1. Gli agenti atmosferici sono nemici della tenda.

Vento, pioggia, neve sono da elementi da tenere in grande considerazione dal momento che la tenda da sole serve per proteggere dal sole e nella bella stagione. Non bisogna dimenticare di chiudere la tenda quando si esce di casa o quando questa non è necessaria.

Post recenti
0
tende capottina

Continuando ad utilizzare il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close