Cappottine

Accanto alla forma standard BT Group propone una vasta gamma di capottine: curvilinee, ovali, raggiate. Sono disponibili anche modelli di forma triangolare fissa e semirigida particolarmente indicate per tetti mansardati.

Eleganti e pratiche le strutture possono essere installate a parete, a soffitto o ‘in spallina’. Molto ricca è anche la scelta dei tessuti, per abbinare al meglio le capottine con il contesto architettonico. Scopri il modello più adatto alle tue esigenze!

Le cappottine rappresentano le tende da sole per antonomasia. Le prime che vengo in mente, le più diffuse, pratiche e facili da installare. Largamente utilizzate sia in edifici privati, che pubblici, non sono solo un elemento funzionale, ma un vero e proprio componente decorativo per esterni. Versatile e adattabile a qualunque stile, possono essere installate per le vetrine dei negozi, per ingressi di hotel, a protezione di un’entrata privata, o personalizzate per qualunque tipologia di esercizio commerciale. Si conformano a qualunque stile architettonico, impreziosendo facciate ed ingressi, oltre a svolgere contestualmente una funzione protettiva dai raggi solari e dalle intemperie.

CAPPOTTINE: COME SONO COSTITUITE

La struttura di una tenda da esterno a cappottina è molto semplice. Ed è proprio la loro semplicità a renderle particolarmente apprezzate. Gli elementi che la compongono sono:

  1. Tubolari– per sorreggere il peso dell’intera struttura, solitamente in acciaio
  2. agganci in metallo – per ancorare la struttura
  3. bracci estendibili – per l’esecuzione dell’apertura e della chiusura della tenda
  4. guide per i bracci estendibili – per permettere la movimentazione del tessuto di copertura
  5. cerniere – per consentire il movimento dei bracci estendibili.

La struttura principale è solitamente realizzata in alluminio. Un materiale particolarmente apprezzato per leggerezza e resistenza. L’alluminio è verniciato con polveri poliestere, rispettando tutte le norme e gli alti standard qualitativi richiesti. La struttura è in lega estrusa e le articolazioni in resina termoplastica, o in alluminio.

LA MOVIMENTAZIONE DELLE CAPPOTTINE

La movimentazione delle cappottine, alla stregua delle tende a bracci, può essere manuale, o automatica. Nella movimentazione manuale l’apertura e la chiusura della copertura è azionata tramite l’intervento di un operatore. Il movimento di un filo in nilon, o in altro materiale sintetico, che scorre su carrucole fissate a scomparsa all’interno della struttura, permette alla copertura di azionare il movimento.
La movimentazione meccanica invece sfrutta l’ausilio di un piccolo motore elettrico che, quando azionato, consente il movimento di apertura e chiusura del telo. L’azione è innescata attraverso un telecomando collegato al sistema di movimentazione.

I MATERIALI DI COPERTURA DELLE CAPPOTTINE

Elemento variabile delle tende da esterno, si distinguono per materiale, colore, disegni e personalizzazioni. Le coperture delle cappottine possono essere realizzate in:

  • fibre naturali (ad esempio canapa, cotone, cotone telato)
  • tessuti idrorepellenti
  • fibre poliestere e acriliche
  • tessuti microforati
  • PVC

Le fibre naturali, più di altre, risultano sensibili agli agenti atmosferici e alle intemperie. La loro esposizione prolungata alla luce solare, nonché all’umidità, senza riguardo né manutenzione ordinaria, può causarne un prematuro logorio. Al contrario quelle realizzate in materiale acrilico, sintetico o plastico, offrono una maggiore resistenza e durevolezza nel tempo. Da parte loro richiedono minore attenzioni e riguardi e una manutenzione, sempre necessaria, ma più abbordabile.

CAPPOTTINE: QUANDO E DOVE UTILIZZARLE

La grande versatilità di queste tende da sole, ha garantito loro una grande diffusione. Indipendentemente dallo stile architettonico dell’edificio, o dai materiali edili utilizzati per realizzare i muri di appoggio, le cappottine sono scelte per la loro versatilità e lo spirito di adattamento alle più svariate esigenze funzionali ed estetiche.
Curvilinee, ovali, raggiate, a vela triangolare fissa, o semirigida, le cappottine svolgono egregiamente funzione protettiva e di arredo urbano.
Particolarmente adatte per coprire finestre di case private e vetrine commerciali, possono arrivare a coprire diversi metri di larghezza, fornendo una zona ombreggiata molto ampia.

Triplice funzione per questi complementi d’arredo di lusso che riparano dai raggi solari, ombreggiando aree anche molto grandi. Oltre alla funzione intrinseca di protezione, le cappottini sono molto utili per creare piccole aree di privacy, tutelando la riservatezza degli interni, se ben posizionate e installate.
Inoltre non deve essere sottovalutato il fattore risparmio energetico. Queste coperture a tendaggi, al pari delle tende a bracci, permettono di risparmiare sull’utilizzo dei condizionatori d’aria. Più ampia sarà la zona ombreggiata, maggiore sarà il risparmio energetico.

CAPPOTTINE: COME FUNZIONA L’INSTALLAZIONE

L’installazione delle cappottine è rapida e molto elementare. Nonostante questo però il loro fissaggio richiede l’intervento di mani esperte, che sappiano scegliere e preparare adeguatamente le superfici di ancoraggio. Per questo motivo è sempre meglio evitare il “fai da te” e rivolgersi a professioniste esperti e preparati in materia, come la BT Group. L’ancoraggio alle pareti deve essere solido e stabile, per garantire un fissaggio sicuro e di lunga durata.
Scegliere i punti di ancoraggio è il momento più importante per la posa in opera delle cappottine. Una scelta sbagliata può infatti decretarne il distaccamento o mal funzionamenti futuri.

LA MANUTENZIONE DELLE TENDE DA SOLE

Le tende da esterno richiedo, come qualunque altro complemento d’arredo, della manutenzione ordinaria e periodica. Sono realizzate per resister e il più a lungo possibile agli ambienti aperti e all’esposizione al sole e agli agenti atmosferici, ma questo non significa non doversene prendere cura.

Per la loro pulizia è sconsigliato l’uso di macchine a vapore, o idropulitrici. La loro azione potrebbe essere troppo incisiva, tanto da rischiare di asportare i vari strati dei trattamenti idrorepellenti. Allo stesso modo è sempre meglio evitare l’uso di prodotti acidi, o molto alcalini (come la soda caustica o la liscivia), prodotti corrosivi, o abrasivi. La cosa migliore da fare, per ottenere risultati impeccabili, è quella di seguire le scrupolose indicazioni date dai tecnici della BT Group.

Infine un’esposizione prolungata a pioggia o a forte vento potrebbe danneggiare, o strappare il tessuto di copertura. Si consiglia quindi, se la cappottina dovesse accidentalmente bagnarsi, di attendere la sua completa asciugatura prima di procedere alla chiusura del telo di copertura.

Vuoi ricevere maggiori informazioni sui nostri prodotti ?

I nostri esperti sono a tua completa disposizione

ECOBONUS -50%

Stai pensando di rinnovare le tende da sole
per la tua casa o la tua attività ?

Approfitta dell'Ecobonus